Caro Ministro Vi scrivo: memorie di un bamboccione

Caro Signor Ministro Padoa Schioppa
mi chiamo M , sono un ragazzo alla soglia dei trentanni, il suo intervento mi ha messo profondamente in crisi: sono un bamboccione, un rammollito: vivo ancora con mamma e papà (e fratello ma senza altri animali domestici).
Lei Signor Ministro ha ragione, alla soglia dei trentanni è ora che mi svegli; troppo comoda stare con mamma e papà (e..).
Mi dica se faccio tutto giusto, sa, è la prima volta che provo ad andare a vivere solo.


Per andare a vivere da soli serve essere soli, e fin qui nessun problema; poi, serve una casa.
Bene, per fare una casa servono i soldi.
Per fare i soldi serve un lavoro, io di lavori ne ho 4 e sono al limite della disoccupazione…no mi scusi Ministro, maledetto pessimismo comunista che ogni tanto mi prende la mano. Ottimismo! Unieuro! Vedo azzurro!
Ok i soldi ci sono…però sono un pochino troppo pochi.
Nessun problema, parola d’ordine: mutuo!
Siccome che la mia banca di me è differente sono andato alla mia banca, ho chiesto un mutuo e mi hanno detto che non me lo possono fare perchè io sono un Co.Co.Pro da un paio di parti e un libero da altre.
E qui sulla questione “libero professionista” Signor Ministo eviterei di tediarla su questioni quali: perchè si chiamano “liberi” quando poi sono soggetti a salassi neanche fossero in dialisi?
Ma non mi do per vinto, cerco di capire come fare ad avere un mutuo da una banca differente dalla mia che è differente, per cui uguale alle altre…va bè.
Trovo un signore gentile che mi da un mutuo…però non ho capito perchè io chiedo cento, loro mi danno cento e io devo dare quasi il doppio.
Però ottimismo! Lo accendiamo Signor Ministo? Ma sì crepi l’avarizia, dobbiamo fare girare l’economia no!?
Ok al mese sono 400/500€ di mutuo? Su uno stipendio medio (ISTAT..per quanto possa valere) di meno di 1000€ al mese, rimangono 500/600€ da spendere per: trasporti, assicurazione integrativa o fondo pensione (perchè i Co.Co vari pagano il 30% circa di contributi che non vanno a creare un loro fondo previdenziale), cellulare, utenze domestiche o spese condominiali se siamo in condominio, aggeggi vari per la casa, spese personali…bè ottimismo ce la possiamo fare…manca qualcosa però…ah sì! Il cibo…è no col cibo no. Cioè se dobbiamo mangiare anche mi sa che non bastano, considerato il fatto che mediamente un pasto lo si fa fuori casa spendendo in media 6-9€ al giorno…di tasca nostra, mi sa che è dura.
E’ non so Signor Ministro…come posso fare? Lei una stanzettina per me ce l’avrebbe? Mi accontento di poco, non sporco e se serve le posso portare la borsa, o anche l’astuccio insomma.
Salve Signori Ministro
Suo affezionato M.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: