Nikon Firmware Update D100 – D200 – D2X – D2Hs – D70 – D80 – D40

Come ogni macchina elettronica che debba compiere delle operazioni, le fotocamere digitali hanno bisogno di un software che gestisca tali operazioni, questo programma prende il nome di firmware.

“Il firmware è un programma, inteso come sequenza di istruzioni, integrato direttamente in un componente elettronico nel senso più vasto del termine (integrati, schede elettroniche, periferiche). Lo scopo del programma è quello di avviare il componente stesso e consentirgli di interagire con altri componenti tramite l’implementazione di protocolli di comunicazione o interfacce di programmazione.”

Continua a leggere su www.netnotizie.net

Annunci

Nikon D3: l’evoluzione della specie

La Nikon D3 è la prima fotocamera Nikon in formato FX (23.9 x 36 mm), ovvero a “pieno formato“, questa la differenza abissale tra Nikon e Canon…fino a ieri…

La D3 è dotata di sensore CMOS da 12,1 megapixel estremamente sensibile, una gamma ISO compresa tra 200 e 6400 (la gamma più ampia offerta dal mercato), e grazie all’otturatore in materiale composito a base di Kevlar/fibra di carbonio e al modulo di elaborazione delle immagini EXPEED, consente di scattare 9 fotogrammi per secondo (11 fps nel modo Formato ridotto DX).

Il problema della messa a fuoco in scarsità di luce è stato superato grazie a un sistema AF a 51 punti di nuova generazione.

Schermo ampliato rispetto alle precedenti reflex, la D3 monta uno schermo LCD ad alto contrasto da 3”.

Continua a leggere su www.netnotizie.net

“Noise” “rumori” e rimedi possibili

La versatilità del digitale permette di risolvere un problema che viene da lontano: la sensibilità della pellicola.

Prima c’era la necessità di scegliere quale pellicola utilizzare e pregare che la scelta fosse corretta, capitava di mettere colore a bassa sensibilità, uscire la mattina e dopo due ore cielo piatto, niente luce; oppure essere obbligati a utilizzare tempi di esposizione lunghissimi.

Bene, con il digitale tutto questo è solo un brutto ricordo.

La quasi totalità delle macchine digitali ci permette di impostare la sensibilità della “pellicola” utilizzando la scala in ISO; mediamente il range è da 100 ISO e 800/1600 ISO. Alcuni modelli (Es. Nikon D200) hanno la possibilità di “tirare” questa sensibilità ancora per un paio di stop (H 0,3, H0,7 o H1).

Ci sono però dei limiti e degli aspetti ambivalenti…

Continua a leggere